Dall’1.7.2022 è operativa la nuova modalità di invio all’Agenzia delle Entrate dei dati delle operazioni con / da soggetti non residenti, c.d. “esterometro” (invio puntuale tramite SdI delle singole operazioni effettuate / ricevute utilizzando il formato della fattura elettronica).

In merito alle modalità di conservazione delle fatture relative alle operazioni transfrontaliere l’Agenzia ha recentemente specificato, tra l’altro, che l’emissione della fattura elettronica in formato elettronico a un soggetto estero tramite SdI, richiede la conservazione in modalità elettronica della stessa.

Diversamente, ossia nel caso in cui l’operatore italiano non emetta una fattura elettronica tramite SdI, il documento può essere conservato elettronicamente.

I file xml predisposti per adempiere all’esterometro sono documenti fiscalmente rilevanti e come tali vanno conservati elettronicamente. Inoltre, è possibile allegare al file xml il pdf della fattura inviata al cliente estero/ricevuta dal fornitore estero al fine di assolvere il relativo obbligo di conservazione.

 Scarica qui la circolare